no news in this list.

no news in this list.

Indagine su Salute, Invecchiamento e Pensioni in Europa (SHARE)

 

 

Che cos'è SHARE?

L'indagine su Salute, Invecchiamento e Pensioni in Europa (in inglese Survey of Health, Ageing and Retirement, SHARE) è una banca dati multidisciplinare e multipaese di dati individuali su salute, status socio-economico e relazioni sociali e familiari degli ultracinquantenni. Al primo studio del 2004 hanno contribuito undici paesi europei. Essi rappresentano un campione delle varie regioni europee, spaziando dalla Scandinavia (Danimarca e Svezia) attraverso l'Europa centrale (Austria, Francia, Germania Svizzera, Belgio ed Olanda) fino all'area del Mediterraneo (Spagna, Grecia e Italia). Nel 2005-2006 sono stati raccolti dati ulteriori in Israele. Nel 2006 Repubblica Ceca, Polonia e Irlanda si sono uniti a SHARE ed hanno partecipato alla seconda rilevazione nel 2007-08. La terza rilevazione, SHARELIFE, ha avuto luogo nel 2008-09 e raccoglie informazioni retrospettive sull'intero ciclo di vita in tredici paesi. Dal 2011 ad oggi si sono svolte altre quattro rilevazioni, portando il numero di paesi UE partecipanti a 26, oltre a Svizzera e Israele.

SHARE è coordinata a livello centrale presso il Munich Center for the Economics of Aging (MEA), Max-Planck-Institute for Social Law and Social Policy. Il disegno dell'indagine prende a modello l'americana Health and Retirement Study (HRS) e l'inglese English Longitudinal Study of Ageing(ELSA). Rispetto ad HRS ed ELSA, SHARE ha il vantaggio di coprire differenze in politiche di welfare, culture e storie fra numerosi paesi europei. E' proprio questa caratteristica a fare di SHARE una base dati unica ed innovativa.

I dati raccolti includono variabili di salute (ad esempio, stato di salute percepito, funzionalità fisica, funzionalità cognitiva, comportamenti a rischio salute, utilizzo di strutture mediche), variabili psicologiche (salute psicologica, benessere, livello di soddisfazione), variabili economiche (occupazione, caratteristiche del lavoro, opportunità di lavoro dopo l'età del pensionamento, fonti e composizione del reddito, ricchezza e consumo, beni immobili, istruzione) e variabili di interazione sociale (assistenza all'interno della famiglia, trasferimenti di beni e denaro, relazioni sociali, attività di volontariato). Un’importante novità della sesta rilevazione è stata la raccolta di campioni di sangue secco, la cui analisi fornirà una serie di marcatori biologici di grande rilevanza per la ricerca in ambito medico e socio-economico. Infine, nella settima rilevazione, agli intervistati che non avevano partecipato a SHARE-LIFE, sono state rivolte domande volte a ricostruire la loro storia personale in vari ambiti, quali lavoro, salute, relazioni e figli. I dati sono disponibili gratuitamente all'intera comunità scientifica. Da marzo 2017 è disponibile la release pubblica della sesta rilevazione. Per i dettagli riguardo l'accesso ai dati si veda la pagina Accesso ai dati.

La raccolta dati SHARE è stata finanziata principalmente dalla Commissione Europea nell’ambito del V, VI e VII programma quadro. Attualmente, la Commissione Europea copre le attività centrali di coordinamento, tramite il programma Horizon 2020 (SHARE-DEV3, INFRADEV-676536, e SERISS, INFRADEV-654221), una parte rilevante delle quali vengono svolte in Italia presso le Università di Padova e Venezia Ca’ Foscari. Il finanziamento della vera a propria raccolta dati si basa invece interamente su fondi nazionali. Altri fondi provengono dall'americano National Institute on Ageing (U01 AG09740-13S2; P01 AG005842; P01 AG08291; P30 AG12815; Y1-AG-4553-01; OGHA 04-064; R21 AG025169; R01 AG052527) e da varie istituzioni nei singoli paesi partecipanti (la lista completa delle istituzioni finanziatrici è riportata nel sito http://www.share-project.org/contact-organisation/funding.html).

In Italia, la quarta e la quinta rilevazione SHARE sono state finanziate dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca) e da alcune Fondazioni bancarie e assicurative (Banca d'Italia, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Compagnia di San Paolo e Forum ANIA Consumatori). La sesta e la settima rilevazione sono state finanziate dal MIUR, con il contributo di e con il contributo di