TEDESCO IN RETE - home tedesco in rete
indiceche cos'ècome si usainiziamoaiutochi siamomailmappa del sito

07_VERBO

La formazione del verbo

Il tedesco, così come per i sostantivi, forma verbi legando tra di loro non solo parole che appartengono alla stessa categoria (= verbo+verbo), ma legando tra di loro anche parole che appartengono a categorie completamente diverse (= fenomeno dell'agglutinazione).

Un altro modo per formare nuovi verbi è quello di anteporre al verbo base dei prefissi di derivazione (= fenomeno della derivazione).

In tedesco sono frequenti le combinazioni tra due verbi, come per es. spazieren + gehen = spazierengehen.

Bisogna solo memorizzare bene che la parte del verbo composto che porta il significato di base è posizionato a destra, mentre la parte verbale sinistra serve a modificare o a precisare il significato di base.

osserva

Osserva

  verbo modificante verbo di base verbo composto
spazieren = passeggiare
gehen = andare
spazieren + gehen spazieren gehen
= andare a spasso, andare a passeggio
sitzen = stare seduti
bleiben = rimanere, restare
sitzen + bleiben sitzen bleiben
= rimanere seduti

Oltre alla combinazione tra due verbi sono possibili anche combinazioni tra avverbi e verbi (= fort + gehen = fortgehen) oppure tra preposizioni e verbi (= auf + gehen = aufgehen).

La capacità di formare nuove voci combinando parole di vario tipo è tipica delle lingue agglutinanti alle quali appartiene il tedesco.

Una lingua è agglutinante quando nel formare verbi o sostantivi ricorre a combinazioni di parole che appartengono a categorie diverse.

Avremo quindi verbi formati dalla combinazione di:

Il tedesco ha quindi una grande capacità di aumentare continuamente il suo patrimonio di vocaboli.

La vera insidia di questi verbi composti sta nel loro comportamento sintattico.

Abbiamo imparato che il verbo tedesco occupa sempre l'ultima posizione della frase, secondo l'ordine fondamentale SOV (= Soggetto, Oggetto, Verbo).
La flessione risale in seconda posizione sintattica, tra S (= Vorfeld) e O (= Mittelfeld), lasciando in V2, se necessario, la traccia Ø.

In caso di verbo composto risalirà in V1 solo il verbo flesso, mentre la parte non flessa (o non coniugabile) del verbo rimane nella posizione d'origine, in V2.

osserva

Osserva

Vorfeld   Mittelfeld  
S [ V1 O V2 ]
Wann fährst du morgen? Ø.
Ich möchte mit dem Zug um 10.00 Uhr fahren.
Warum fährst du nicht mit meinem Vater im Auto mit?
Ø Kann ich mitfahren?
Mein Vater fährt aber erst am Nachmittag ab.
  [     sintagma verbale     ]

HAI VISTO?

In caso di verbo composto (= mitfahren, abfahren) la particella non coniugabile rimane nella posizione originale del verbo, mentre la parte del verbo che porta la flessione risale in V1.

Purtroppo non tutti i verbi composti si comportano secondo questo modello.

Il tedesco forma verbi composti non solo con altre parole, creando quindi composizione separabili, ma anche con particelle, come per es. be-, er-, ver-, zer- ecc., che assieme al verbo base formano composti inseparabili.

E come se non bastasse, tra i verbi composti con una preposizione ce ne sono alcuni che possono essere contemporaneamente separabili o inseparabili e rispettivamente con significati diversi.

Ma andiamo con ordine.

regola

Ricorda:

In tedesco troviamo verbi composti di vario tipo.

Il problema più grande è il loro comportamento sintattico.

Dobbiamo quindi distinguere in primo luogo tra verbi composti

  • con un prefisso separabile
  • con un prefisso inseparabile.

L'argomento relativo alla formazione del verbo è approfondito nella sezione dedicata al Vollverb - La tipologia del verbo-I verbi separabili e inseparabili.

TUTTO CHIARO?

torna all'inizioglossariovocabulariohai capito?
| home | indice | che cos'è | come si usa | iniziamo | aiuto | chi siamo | |
| mail | | mappa del sito | privacy |
© 2002 Università Ca'Foscari Venezia - all rights reserved