Approvato, con modificazioni, nella seduta del 28 febbraio 1997

Il giorno 10 gennaio 1996 alle ore 10.00 presso la sede dell'ex Ospedale Giustinian, in aula Consiglio, si è riunito, a seguito di regolare convocazione, il Consiglio degli Studenti, per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Comunicazioni del Presidente

2) Approvazione dei verbali del 20 novembre e 06 dicembre 1996

3) Senato Accademico

4) Relazione sull'incontro nazionale politiche diritto allo studio

5) Inaugurazione Anno Accademico

6) Varie ed eventuali

La composizione della riunione è risultata la seguente:

CONSIGLIERE PresenteAssente giustificatoAssente ingiustificato
SIG.RA SILVIA ACCORONI1
SIG. SIMONE ALEGI2
SIG. LODOVICO BACCIOLO 1
SIG.RA FEDERICA BORGHERO 2
SIG.RA ILARIA BUSETTO 3
SIG. NICOLA CALLEGARO3
SIG. FABIO CATTARINUSSI 1
SIG. ERNESTO CELLIE 2
SIG. RA LAURA DE MARCO 3
SIG.RA LAURA EMANUELLI4
SIG.RA VALENTINA FALCOMER 4
SIG. ANTONIO GASPARIN5
SIG.RA SILVIA IOMMI6
SIG.RA LAURA MASSERA 4
SIG.RA NICOLETTA PAMPALONI7
SIG. NICOLA PANCIERA 5
SIG. LUCA RIGATO8
SIG.RA FLORIANA ROSSO9
SIG. GIANLUCA SAONER10
SIG. MATTEO FILIPPO SCAPIN11
SIG.RA GIOIA TORCELLAN 5
SIG. UMBERTO ZANETTI 6
TOTALE1156

Il Presidente, Nicoletta Pampaloni, constatata la presenza del numero legale dà inizio alla riunione. Assume le funzioni di Segretario il Consigliere Simone Alegi.

1) Comunicazioni del Presidente

- Il Presidente comunica che la lettera scritta dal Consigliere Accoroni, relativa alla riduzione delle tasse universitarie per gli studenti figli di dipendenti dell'Università, in cui si esprimeva la posizione del Consiglio degli Studenti, a causa di una errata intestazione anziché essere inviata al Senato Accademico, è stata inoltrata presso la Presidenza della facoltà di Lettere e Filosofia alle persone del prof. Levi e del prof. Ruggiu. Per questo disguido, tale lettera è stata letta anche da personale dipendente dell'Università che non ha mancato di far notare le proprie rimostranze al consigliere Accoroni, chiedendo per il futuro di poter far presente le esigenze del personale dipendente al Consiglio degli Studenti.

- Il prof. Rispoli della facoltà di Economia desidera parlare, dopo la seduta odierna, con una delegazione del Consiglio degli Studenti.

- Il Presidente dà lettura della lettera scritta da Liri Longo, studentessa di Storia (cfr. allegato A) e della lettera della prof.ssa Maria Camilla Bianchini (cfr. allegato B).

A seguito di un dibattito tra i consiglieri, il cons. Rigato propone di scrivere una lettera al Preside della facoltà di Lettere e Filosofia in cui si sottolinea come il fatto rilevante posto in luce dalla Longo fosse la mancanza di un qualsiasi avviso, da parte della professoressa Bianchini, agli studenti relativamente alle due prove d'esame. Il Consiglio approva la proposta e delega il cons. Rigato alla redazione della lettera.

2) Approvazione dei verbali del 20 novembre e 06 dicembre 1996

Vengono approvati all'unanimità i verbali del 20 novembre e del 06 dicembre 1996.

3) Senato Accademico

Il Consiglio degli Studenti prende in esame l'art. 10 del regolamento didattico di Ateneo che riguarda l'attivazione di insegnamenti ufficiali o corsi integrativi degli insegnamenti ufficiali mediante contratti di diritto privato di lavoro autonomo a termine. I consiglieri Rosso e Alegi esprimono dubbi sulla durata dei contratti e sull'affidamento dei corsi, che andrebbero a scapito della didattica, e propongono di prolungare la durata dei contratti a 2 anni e non affidare contemporaneamente per contratto più di un corso annuale o due moduli semestrali allo stesso esperto.

Ne segue un dibattito, nel quale il cons. Callegaro propone di fare salvo il diritto a partecipare alle commissioni di esame, comprese quelle per il Diploma e la Laurea, e a seguire tesi anche per i successivi 2 anni dalla scadenza del contratto.

Al termine del dibattito, il Consiglio approva la proposta e decide di inoltrarla al Senato Accademico per lettera la cui redazione è delegata ai consiglieri Rosso e Alegi.

4) Relazione sull'incontro nazionale per le politiche del diritto allo studio

I consiglieri Emanuelli, Pampaloni, Callegaro e Scapin relazionano sull'incontro avvenuto a Roma il 16 dicembre u.s. sul diritto allo studio. Dal loro racconto si evince che la giornata è stata incentrata sulla presentazione di una proposta di D.P.C.M. sulla gestione del diritto allo studio. Dopo la presentazione di statistiche sulla gestione e sul funzionamento degli enti regionali di sostegno allo studio in questi anni, e di statistiche relative all'università italiana anche in confronto con il resto d'Europa, vi è stato l'intervento del ministro Berlinguer che ha proposto un tavolo di discussione con gli studenti sulla bozza di D.P.C.M. per il diritto allo studio. Viene fatto notare al Consiglio degli Studenti come l'unica componente studentesca interpellata a farvi parte sia l'U.D.U.

Il ministro ha inoltre proposto la creazione di un Consiglio Nazionale degli Studenti.

Successivamente è intervenuto il delegato dell'U.D.U. Vincenzo Santoro, cui è seguito l'intervento di alcuni studenti che hanno contestato la discussione in atto sul D.P.C.M. poiché in realtà il suo contenuto è già stato fissato, e hanno contestato il fatto che solamente al delegato U.D.U. è stata concessa la parola come rappresentante degli studenti, tacitando le altre componenti studentesche.

Il dibattito alla presenza del ministro Berlinguer previsto dopo pranzo, è stato successivamente annullato.

Il Presidente Pampaloni metterà a disposizione presso l'U.R.P. o la segreteria del Consiglio il materiale portato da Roma.

5) Inaugurazione Anno Accademico

Il Presidente Pampaloni invita i consiglieri a discutere le proprie idee circa il discorso da leggere all'inaugurazione dell'Anno Accademico 96/97.

Viene aperto un dibattito, nel quale il cons. Scapin propone che a decidere i contenuti del discorso sia l'intero Consiglio, ma che la stesura sia delegata a 2 o 3 consiglieri. Il cons. Rosso propone che il testo del discorso sia reso disponibile a tutti i consiglieri prima del giorno dell'inaugurazione, per poter fare osservazioni e eventualmente operare correzioni. Nell'ambito della discussione sui contenuti del discorso il cons. Emanuelli, prendendo spunto dall'articolo "Elezione Studenti" comparso su "la Nuova Venezia" del 18 dicembre 1996 a firma del Presidente del Consiglio degli Studenti, riferisce che il rag. Carcanella, responsabile U.R.P., su indicazione dell'Ufficio Legale chiede venga scritta una lettera riformulando la proposta per le elezioni dei rappresentanti degli studenti (per altro già formulata in una lettera scritta a suo tempo dal cons. Tomesani) e di inviarla all'U.R.P. che provvederà ad inoltrarla all'Ufficio Legale per un esame da parte di quest'ultimo. Il cons. Emanuelli dà lettura della proposta da lei scritta per le elezioni delle rappresentanze studentesche, che riprende la proposta già discussa e approvata nelle precedenti sedute del Consiglio (cfr. allegato C). Il cons. Callegaro suggerisce di aggiungere al termine del secondo punto della proposta la frase "fatte salve le attuali proporzioni numeriche di rappresentanza all'interno dei singoli organi accademici". La proposta e l'integrazione vengono approvate dal Consiglio, che incarica il cons. Emanuelli di farla pervenire all'U.R.P.

Il consigliere Gasparin si offre di scrivere il discorso per l'inaugurazione dell'anno accademico. Sabato 18 gennaio incontrerà quanti vorranno collaborare alla stesura o leggere quanto preparato.

6) Varie ed Eventuali

Non ci sono argomenti da discutere.

Non essendoci altri argomenti da discutere e dopo aver invitato i presenti a partecipare all'incontro con il prof. Rispoli di cui sopra, il Presidente dichiara conclusa la seduta alle ore 12.15.

Il Presidente Il Segretario
Nicoletta Pampaloni Simone Alegi